Background

BLOG PIXELZ

Scopri le migliori tecniche di fotografia, di post-produzione e di immagini di prodotti per l'E-Commerce.

DIY 3: Editare Immagini di Prodotto


Main Image

Dopo aver impostato il nostro studio fotografico e scattato immagini di alta qualità con la modalità della fotocamera manuale, sarete quasi pronti per vendere i vostri prodotti online.

There’s only one last step to have great product photos ready to upload to your online store. There are many things involved in preparing your images for the web. In this post I will show you the best practices for editing product images, step by step.

C’ è solo un ultimo passo ulteriore da considerare per editare delle ottime immagini di prodotto pronte per essere esposte sul negozio online. Dato che ci sono molte cose nella preparazione delle immagini per il sito. In questo post vi mostrerò le migliori soluzioni per editare di immagini di prodotto, passo dopo passo. Potrebbe, inoltre, essere necessario modificare una grande quantità di immagini e sarebbe utile allora considerare il fatto di avere un aiuto. Esternalizzare alcune funzioni può rendere il lavoro molto più efficiente. La maggior parte dei fotografi o titolari di aziende non hanno il tempo per ritoccare le loro immagini. Fotografare il prodotto da soli può richiedere veramente molto tempo, quindi non abbiate paura di ricorrere ad aiuti di ritocco, con aziende come Pixelz si otterranno immagini di alta qualitá da vendere in poco tempo (24 ore o meno). “Software raccomandati”

Per iniziare, avrete bisogno di un computer con Lightroom o Photoshop (o simili) e delle immagini. Proseguendo passo dopo passo, utilizzando anche dei video per guidare l’ utente attraverso il procedimento. La prima volta può essere noioso, ma più si pratica con l’editing delle immagini, più veloce si diventerá.

Ho intenzione di utilizzare Photoshop, ma se si é incerti su quale programma utilizzare, usate la versione di prova gratuita! È anche possibile avere “Un Piano di Copertura Creativa” di Adobe che consente di scegliere un abbonamento che meglio si adatta alle esigenze. È possibile scegliere un piano senza impegno dove si paga mensilmente o scegliere un’ opzione leggermente più conveniente che contenga un impegno annuale. Se avete intenzione di fare il proprio lavoro di ritocco a casa mi sento di raccomandare la scelta dell’ impegno annuale in quanto farà risparmiare piú soldi, si usa molto e sarete sempre aggiornati sulla programmazione necessaria da utilizzare! Qui spiegheró il compromesso per aderirvi nel dettaglio: Dacci un’ occhiata.

Altro suggerimento utile é quello di praticare con i ritocchi ed imparare i trucchi della tastiera di Photoshop / Lightroom. Vi è una vasta gamma di tasti possibili da utilizzare per rendere il lavoro più veloce. Quanto più si usa più si diventerà esperti e non avrete nemmeno bisogno di pensarci! Per ora ci si può solo concentrare su pochi strumenti che uso in questa seduta prima di immergermi su tutto il resto. Cominciamo!

Adobe Keyboard Shortcuts button

Passo 1: Correzioni RAW

1 RAW Correzioni from Pixelz su Vimeo.

Dopo aver selezionato le immagini nella cartella, aprire il set di immagini con Photoshop RAW. Se non si scatta in RAW, nessun problema, basta passare al punto 2! E’ importante sapere che ciò che si vede dalla fotocamera potrebbe apparire diverso da quello focalizzato dalla Camera RAW, dato che la fotocamera ha le proprie impostazioni per mostrare attraverso le funzioni di visualizzazione. Quindi ci sarà bisogno di qualche ritocco sulle immagini. In primo luogo, assicurarsi di selezionare tutte le immagini che si vogliono editare cliccando su “Seleziona tutto”. Questo significa che le modifiche apportate all’ immagine che si sta guardando, saranno applicate anche su tutte le altre immagini. Qui userò alcuni strumenti fondamentali che possono aiutare in modo veloce e conveniente a correggere tutte le immagini una sola volta!

  1. Sto scegliendo lo strumento di bilanciamento del bianco contagocce per uniformare i colori ed i toni dell’ immagine. Come potrete vedere la mia immagine sembra piuttosto blu ma posizionando lo strumento su un fondo bianco e cliccandoci su, cambia automaticamente in Camera RAW e sembra spostata piú verso destra.
  2. Guardando il mio prodotto soprattutto in questo momento, penso che sembra piuttosto scuro e sporco così ho intenzione di utilizzare lo strumento di esposizione per illuminare il tacco. Se si sposta verso sinistra diventa più scuro e se verso destra sarà più luminoso.
  3. Poi, penso che ci sono alcune aree del prodotto che richiedono un pó di luce di riempimento supplementare che alleggerisca solo le aree più scure dell’ immagine. Questo aiuterà quei tipi di materiale un pó brillanti. Quanto più ci si sposta verso sinistra, più si alleggeriscono o riempiono quelle zone più scure.
  4. Poi ho giocato con vari strumenti contemporaneamente per ottenere il look che stavo cercando. Illumino il prodotto un pó di più utilizzando lo strumento di luminosità, ma poi ho pensato che poteva sembrava un pó sbiadito. Poi ho giocato con gli strumenti di contrasto neri e bianchi e quelli neri dell’ immagine li ho lasciati grigi. Questo ha aiutato a risaltare ancora di piú la consistenza! Dopo aver effettuato le modifiche, come potrete vedere tutte le immagini selezionate e cambiate in RAW avranno le stesse modifiche e se osservate l’ anteprima potrete vedere il flusso di tutto il lavoro! Una volta finito con le semplici correzioni RAW è possibile aprire le immagini direttamente dal RAW per iniziare a lavorarle, ma preferisco salvarle come file JPEG per organizzarmi meglio. Inoltre, se non si dispone di molto tempo, salvare le immagini in formato JPEG sará meglio perché poi è possibile inviarle piú facilmente tramite internet e continuare con il resto del lavoro in un altro momento. Ho cliccato su “salvare le immagini” per salvare le versioni di questi cambiamenti nella stessa cartella e tenerle tutte insieme e coerenti. Una volta salvate le immagini su Photoshop, andare avanti e fare clic su “fatto”. Si dovrebbero quindi vedere le immagini salvate in formato JPEG nella cartella.

After making your changes, as you will see, all images that you have selected, will change in RAW and have the same overall changes – try toggling the preview to see your work in progress!

Once you are done with your simple RAW corrections, you can open the images right from RAW to start working on them, but I like to save them out as JPEGs to stay organized in my process. Also, if this is the only step you think you may have time to do, saving your images in JPEG form can be great, because then you can send them via a web service to continue the rest of the process.

I clicked “save images” to save versions of these changes in the same folder, to keep them all together and consistent. Once photoshop is done saving the images, go ahead and click “done.” You should then see your images saved as JPEGs in your folder as well.

Passo 2: Applicazione del Ritocco

Applicazione del Ritocco di Pixelz su Vimeo.

Aprite le vostre immagini JPEG con Photoshop. Iniziate con la prima immagine di prodotto “scelta” (Questa è la prima immagine che i vostri clienti vedranno durante la navigazione sul sito web).

Ho spolverato le mie scarpe di camoscio prima di fotografarle, ma a causa della natura del tessuto, purtroppo non mi sono accorta della polvere e dei peli prima di aprire le mie immagini sul computer con uno sguardo più attento. Ci sono anche un paio di graffi nella pelle. Questo è un problema comune con le calzature così. Rimuovere questi difetti della scarpa con Photoshop. Ho prima duplicato l’ immagine così posso vedere il procedimento, prima e dopo il ritocco. Ho poi cominciato a rimuovere tutti i minuscoli granelli di polvere e peli utilizzando lo strumento Patch

Iniziate, disegnando un cerchio intorno alle macchie che si desiderano correggere. Poi, prendete la selezione effettuata e spostatela in un punto vicino ad essa che somigli a cosa si vorrebbe raffigurare. Questo strumento sostituirà quello che non si vuole con ciò che si desidera.

È possibile utilizzare questo su quasi tutto! Io uso anche lo strumento di tamponamento per le parti consumate delle scarpe. Questo è molto simile allo strumento Patch. Selezionate dal pannello del computer e scegliete come regolare la dimensione.

Preferisco renderlo opaco perché mi piacerebbe avere un sacco di controllo sulle modifiche che faccio. Ingrandisco i piccoli punti che vorrei correggere su “Opzioni”, e clicco sull’area che desidero modificare. Tornate allo schizzo e “dipingete” su quell’area. Ogni tanto andare su “Opzioni” e cliccare l’area poco nitida in modo che rimanga coerente e fresca. Noterete come usare questi due strumenti molto spesso aiuta a capire meglio cosa deve essere rimosso e in quale spunto. Per le zone più difficili da ritoccare io di solito uso lo strumento Clone Stamp perché ho maggiore controllo manuale su di esso. Per le semplici e piccole correzioni mi aiuto con lo strumento Patch.

Un altro strumento che uso molto è la Dodge & Burn strumenti che aiutano anche con i toni sulle aree del prodotto. Se qualcosa deve essere schiarito utilizzare lo strumento Dodge e se qualcosa deve essere oscurato utilizzare lo strumento Burn.

È utile conoscere il tasto di scelta rapida per passare tra questi due strumenti perché si può andare più velocemente quando si lavora contemporaneamente con entrambi. Come noterete, mi metto a ‘bruciare’ nelle zone chiare della pelle scamosciata che penso abbiano bisogno di essere un po ‘più scure di quello che sono perché sembrano un po’ portate via a causa del tessuto scamosciato. Spostare il ritocco per vedere la trasformazione prima e dopo! Se vi sentite di andare avanti, continuate ad utilizzare questi strumenti per ottenere l’aspetto desiderato. Scommetto che il prodotto é giá perfetto, ma ora andiamo avanti per renderlo ancora migliore!

Passo 3: Regolazione Rapida del Colore

3 Regolazione Rapida del Colore di Pixelz su Vimeo.

Anche se ho fatto alcune modifiche in RAW, vorrei fare un paio di aggiustamenti ancora in post-produzione al fine di rendere i miei prodotti ideali! Inizio a fare uno strato di curve. Questo livello di regolazione è un po ‘difficile da cogliere in un primo momento ma una volta che si impara, é un ottimo strumento da utilizzare per rendere le immagini splendide.

Quando si utilizza questa regolazione è necessario sapere che la parte superiore della curva coinvolge i bianchi, la metà riguarda i grigi e il fondo i neri. Quindi, osservando l’immagine noterete che la scala dei grigi deve essere un pó modificata. Nel mio caso, penso di aver bisogno di più contrasto nell’intera immagine così ho reso i bianchi più luminosi e le ombre più scure.

Se si guarda la parte inferiore e laterale delle curve si noterá una sfumatura dal bianco al nero, questo aiuta a capire che in qualunque modo si lavora su ciascuna di queste parti si otterá un risultato finale piú chiaro o più scuro. Dopo aver effettuato questi piccoli aggiustamenti, ho pensato che nel complesso l’immagine doveva essere illuminata, così, partendo dalla metà, ho riempito di luce tutta la scarpa.

>

Fotografare certi colori può essere difficile, quindi é utile avere il prodotto a portata di mano al momento del ritocco. Questo aiuterà a cambiare i colori, se necessario. Ho livellato la Tonalità / Saturazione che può influenzare i colori (es: dal rosso al viola) e renderli vibranti come effettivamente sono (es: da chiaro a brillante).

(esempio: da rosso a fucsia)

(esempio: da rosso a fucsia)

(esempio: da opaco a brillante)

(esempio: da opaco a brillante)

Quando si cambia da un colore ad un altro colore, utilizzando la funzione Tonalità nel vostro livello di regolazione e spostarla fino a vedere il colore desiderato di cui si ha bisogno. Se troppo vibrante la saturazione, spostare verso sinistra per “svuotare” l’ effetto di saturazione e spostarsi a destra per renderlo più “pieno”.

Volevo schiarire i miei neri così ho spostato la saturazione a sinistra. Non volevo che il mio cambio colpisse una parte del mio prodotto, perché il colore deve restare pieno, cosí ho selezionato la piccola scatola bianca a sinistra e ho “mascherato” le aree che non erano interessate. Questo indica il livello di regolazione da “non toccare”, perché a volte non si può cambiare una parte di un’immagine o di un prodotto. Ho quindi utilizzato il livello di regolazione Luminosità / Contrasto per evidenziare il contrasto tra nero e bianco, che aiuta il mio camoscio. Ho poi schiarito un pó tutti i miei livelli per il ritocco, così ho potuto osservare il prima e il dopo.

Passo 4: Creare il File & Allineare

4 Creare File & Allineamenti di Pixelz su Vimeo.

La maggior parte dei siti di e-commerce hanno le stesse linee guida per le dimensioni dei file delle immagini, meglio peró assicurarsi di questo perché alcune categorie sono differenti secondo il sito. Si può facilmente accedere al sito web usando e leggendo queste informazioni. Quando si salva il documento utilizzare le dimensioni massime disponibili perché le immagini sembreranno più grandi e migliori agli occhi dei clienti.

Image Alt

Create un nuovo documento con Nuovo File. Dato che ora si sanno le dimensioni dell’immagine, modificare le dimensioni dei pixel e ridimensionare il file alle dimensioni massime e assicurarsi che la risoluzione sia di 72 dpi e che il colore dello sfondo sia bianco. Ho chiamato la mia immagine scarpa e con _1 e andando avanti mi salverá numericamente le immagini. Non ho una denominazione specifica per questo file, ma la maggior parte delle persone nominano i file per il loro stile di prodotti e numeri di codice, per essere più organizzati con il lavoro.

Dopo aver scelto bene e aver creato il nuovo file d’ immagine, trascinare le guide sul file in modo uniforme da cima a fondo e lateralmente. Queste saranno le nostre guide per contenere il prodotto all’interno in modo che le immagini rimarranno allineate . Quindi, trascinare l’immagine del prodotto ritoccata sul nuovo file con lo sfondo bianco. Avrete bisogno di ridimensionare il prodotto rispettando le nuove guide. Assicurarsi di allineare la parte inferiore del prodotto, nel mio caso il fondo di questo tallone, in modo che il prodotto rimanga coerente con tutto il set di immagini.

Una volta che il prodotto è centrato nell’immagine entro i margini di guida, usare lo strumento Magic Wand per selezionare lo sfondo attuale del prodotto. Poi su Seleziona & Migliora Bordo e vedrete la selezione appena creata intono al prodotto. All’interno di questo strumento è possibile disegnare segni circolari intorno al bordo del prodotto. Poi fare un disegno di questa selezione cliccando questo piccolo riquadro con un cerchio nel tasto centrale. Aggiungerá automaticamente una maschera sul livello ritoccato. Se si entra dentro, è possibile controllare la maschera per assicurarsi che tutto è “mascherato” come si desidera. Nel mio caso, avevo troppa ombra sull’immagine che volevo togliere via. È possibile utilizzare lo strumento Brush per spazzolare semplicemente fuori quelle parti indesiderate. E ora il prodotto è ben posizionato sullo sfondo bianco!

Passo 5: Ombre & Salvare

5 Ombre & Salvare di Pixelz su Vimeo.

Un ultimo passo e abbiamo finito! Se volete rendere il prodotto ancora più attraente, provate ad aggiungere un’ombra! Ciò contribuirà a dare più profondità all’immagine.

Dato che ho fotografato il mio prodotto con la luce della finestra, naturalmente ho ottenuto un’ ombra. Ho intenzione di riportare l’ombra nell’immagine duplicando il livello ritoccato. Cancellando la maschera che si trova sul livello più basso, appare l’ombra. Poi l’ ho alleggerita perché sembrava un po ‘troppo rossa secondo me. Ho creato una nuova maschera sul mio livello e poi ho spazzolato via tutto , ma l’ombra sotto la scarpa l’ ho lasciata. Assicuratevi che il pennello sia piumato in modo che sia un’ operazione “morbida”. VOILÁ! Ecco il prima e il dopo delle mie belle immagini di prodotto!

Prima

Prima

Dopo

Dopo

Ora che il prodotto sembra perfetto, salviamo e andiamo avanti! Salvare come file .PSD e finito. In modo da avere sempre l’originale, se necessario. Quindi, salvare in file JPG, da poterlo cosí utilizzare sul proprio sito! Ora che il primo file è fatto, è il momento di passare al file successivo del set. Seguire lo stesso procedimento e salvare il vostro nuovo file con il post-fix ‘_2’ e così via. Svolgo questo lavoro da molto tempo e tutto è diventato un pó automatico per me quindi è difficile fare un pronostico di quanto tempo impiegherete. Una volta che si inizia bisogna essere pazienti con se stessi, e costanti può ottenere i risultati sempre più velocemente.